beni comuni

beni comuni



Munera 1/2018 – Marina Di Lello Finuoli >> La destinazione a fini sociali dei beni confiscati alla criminalità organizzata

«Una rapida destinazione dei beni immobili improduttivi o costituiti in azienda ed una effettiva destinazione a fini sociali od istituzionali dei profitti derivanti da attività illecite costituiranno un beneficio inestimabile per le comunità sul cui…

Munera 1/2018 – Daniela Ciaffi >> Dalla tragedia dei commons all’amministrazione condivisa dei beni comuni

Ancor prima di essere qualcosa, i beni comuni sono un modo di vedere le cose, visibili e invisibili. In questa prospettiva le risorse non sono tanto pubbliche o private, quanto comuni: sono quei particolari beni…

Munera 1/2018 – Vincenzo Rosito >> I movimenti popolari, tra teologia e filosofia sociale

Negli ultimi anni il concetto teologico e filosofico di “popolo” ha motivato inediti dibattiti e ispirato molteplici riflessioni teoriche. Il popolo sembra essere tornato a occupare un posto di rilievo, sia nelle discussioni accademiche sia…

Munera 1/2018 – Gianni Demichelis >> Il Land Grabbing

Assefa mi racconta con pacatezza e occhi rassegnati che gli è stato sottratto un piccolo appezzamento di terra di sua proprietà in nome di un interesse nazionale superiore. In verità, Assefa non si dà pace…

Munera 1/2018 – Giuseppe Rossi >> La governance globale delle risorse idriche

I gravi problemi dovuti all’acqua – approvvigionamento, tutela dall’inquinamento e difesa da piene e siccità – saranno esacerbati nel futuro dai trend globali relativi a popolazione, urbanizzazione, cambiamenti climatici e sicurezza alimentare. Si fa strada…

Munera 1/2018 – Fulvio Cortese >> I beni mutanti. Fisiologia e sfide del dibattito sui beni comuni

Si discute da tempo di beni comuni.  Anzi, per parafrasare un’espressione già utilizzata, si assiste all’“erompere” di questa nozione: come se si avesse a che fare con la presa d’atto di un fenomeno più che…

Munera 1/2018 – Calogero Micciché >> Editoriale. Pensare i beni comuni

Di beni comuni oggi si parla tanto, talvolta anche impropriamente. Nei dibattiti politici, ad esempio, il concetto è usato spesso quasi fosse una formula taumaturgica, capace di tutelare gli interessi delle collettività, di sanare contrasti…