Non in qualche modo

Non in qualche modo


gario

 

 

Un puzzle non si ricompone
‘in qualche modo’
.


La concessione del telefono

Nel romanzo di Andrea Camilleri convergono e infine letteralmente esplodono la vicenda del marito che, tradito da moglie e genero grazie anche alla nuova tecnologia del telefono, dopo la classica lettera anonima uccide il rivale...

Tarzan e Jane

Ospite di un amico americano, anni fa ho ammirato l’arrivo serale di uno stormo di anatre sul prato tra casa e laghetto, lieta novità per la disponibilità di cibo e soprattutto l’assenza di alligatori, millenari...

BC

In una delle strisce di Johnny Hart su BC (Before Christ) viene perfezionata l’invenzione della ruota di pietra: il freno, piolo da infilare al volo nei buchi del battistrada, schianta il guidatore a terra: ed...

Potere

Due Repubbliche fa, ero a colloquio con un potente che a una breve telefonata rispose: «Se credono che possiamo, facciamolo». Potere era la credulità altrui, che la Repubblica dopo sfruttò col miraggio di due milioni...

Costruire futuro

Nel novembre 2008, alla London School of Economics, la regina Elisabetta II chiese perché nessuno avesse visto arrivare la crisi USA del 2007, poi mondiale nel 2008 e molto più grave che nel 1929. Certo...

Transizione

«Il XX secolo è stato il periodo più straordinario della storia dell’umanità, unendo catastrofe umana senza precedenti, miglioramento materiale sostanziale e capacità inedita di trasformare – e distruggere – il pianeta e persino di evitarlo»...

Fatti nostri

Sulle fondamenta del triangolo industriale, il più forte sviluppo locale ha prodotto «una megalopoli padana facente perno sull’asse metropolitano Milano-Verona» [Giuseppe Gario, «Sviluppo industriale e crescita urbana in Italia (1951-1971)», vita e pensiero, 12/1978, p....

Bot

«In che modo ineguaglianze eccessive finiscono con l’esacerbare le passioni identitarie? “A partire dal momento in cui si pensa che vi sia un unico modo di gestire l’economia, è automatico, si passa all’identitario”, risponde Gilles...

Diventare adulti

«L’immagine oggi dominante dell’adolescenza è di giovani tra 12 e 25 anni in piena crisi. Apatici, ripiegati su di sé, critici coi genitori: visione di un’adolescenza ‘canapè-selfie’ inquieta, e nessuno sa più esattamente a che...

Mezzogiorno

«Cosa nostra aveva sfidato lo Stato, tentando di passare dalla fase della convivenza, pretesa storica di tutte le associazioni mafiose, a un ruolo di primazia, di rovesciare cioè i rapporti di forza con gli altri...