arte

arte



Munera 2/2019 – Cristiana Brondi >> La danza del tempo

Sono tornata alla mia interminabile ricerca sui vecchi muri scrostati dal tempo. Fregi, decori stratificati, scrostati. Consumati. Come quei frammenti di piastrelle che da bambina trovavo sulla spiaggia. Mi affascinava il pensiero di quale fosse…

Munera 1/2019 – Clothilde Scaggion >> Maynooth, Irlanda, Europa

A Maynooth, in occasione dell’assemblea generale della Federazione Internazionale delle Università Cattoliche (FIUC) nel mese di luglio 2018, ho scoperto una piccola città universitaria a est di Dublino, molto calma in estate, in assenza degli…

Munera 3/2018 – Mario Panizza >> Ombre e Sagome

È questione non da oggi dibattuta se nella rappresentazione artistica l’ombra stia a indicare un’assenza o una presenza, se essa evidenzi uno spazio vuoto, riempito appunto dalla proiezione di qualcosa che non è lì, ovvero…

Munera 2/2018 – Marie Michèle Poncet >> Le città e le guerre

I dipinti che presento non sono frutto né dell’esperienza personale della guerra, né dell’abbondanza di immagini in cui siamo immersi: io non guardo la televisione. Emozioni nascoste e minuscole si sono risvegliate per lo choc…

Munera 1/2018 – Un’originale percezione della realtà: Petros Papavassiliou

Petros Papavassiliou (Atene, 6 dicembre 1928 – Milano, 12 settembre 2014), artista greco e figura di primo piano dell’arte contemporanea, è il più giovane dei surrealisti astratti insieme a Max Ernst, Victor Brauner, Sebastian Matta,…

Munera 3/2017 – Silvia Mazzucotelli Salice >> Arte e spazio pubblico

L’arte pubblica è un campo di indagine variegato. Esso comprende un’ampia gamma di espressioni artistiche e creative che prendono forma nella sfera pubblica: monumenti storici e commemorativi, installazioni temporanee, performance artistiche e interventi di street…

Munera 2/2017 – Giulio Vercellini: tra silenzio ed espressione

«Ti stupisci che gli altri ti passino accanto e non sappiano, quando tu passi accanto a tanti e non sai, non t’interessa qual è la loro pena, il loro cancro segreto?» Con queste parole Cesare…