Giuseppe Gario

Schermata 2015-02-06 alle 13.50.38.png

Giuseppe Gario (1946), laureato in economia a Torino, è stato direttore dell’Istituto regionale di ricerca della Lombardia e docente a contratto in diverse università. È autore di numerose ricerche a carattere socio-economico.

E’ autore del blog Non in qualche modo.

 



Munera 3/2016 – Segnalibro

Romano Guardini, Scritti sull’etica, a cura di Daniele Vinci, (Opera omnia di Romano Guardini vol. n. IV/I), Brescia, Morcelliana 2015 (A. Oppo) Giuseppe Tognon, La democrazia del merito, Salerno Editrice, Roma 2016 (D. Zucchelli) Paolo…

Munera 1/2015 – Segnalibro e Fotogrammi

Erik Oddvar Eriksen – John Erik Fossum (Eds.), Rethinking Democracy and the European Union, Routledge, USA and Canada 2012, 248 pp., £ 26.99. (G. Gario) Silke I. Keil – Oscar W. Gabriel (Eds.), Society and…

Munera 3/2014 – Segnalibro

Virgilio Melchiorre (a cura di), Filosofie nel mondo, Bompiani, Milano 2014, pp. 940 (S. Biancu) Reiner Flassbeck, Paul Davidson, James K. Galbraith, Richard Koo, Jayati Ghosh, Economic Reform Now. A Global Manifesto to Rescue our…

Munera 2/2014 – Segnalibro >> Fotogrammi >> Segnalazioni

Margaret MacMillan, 1914. Come la luce si spense sul mondo di ieri, Rizzoli, Milano 2013 (G. Gario) Matt Kennard, Irregular Army. How the US Military Recruited Neo-Nazis, Gang-Members, and Criminals to Fight the War on…

Munera 1/2014 – Segnalibro / Fotogrammi

Pierre-Yves Gomez, Le travail invisible. Enquête sur une disparition, François Bourin Éditeur, Paris 2013, pp. 253 (G. Gario) Christian Salmon, La cérémonie cannibale. De la performance politique, Fayard, Paris 2013, pp. 151 (G. Gario) Andrea…

Munera 3/2013 – Segnalibro / Fotogrammi

Daniel Pinto, Le choc des capitalismes, Odile Jacob, Paris 2013, pp. 288 (G. Gario) Jean Pisani-Ferry, La crise de l’euro et comment nous en sortir, Librairie Arthème Fayard / Pluriel, Paris 2013, pp. 249 (G….

Munera 3/2013 – Giuseppe Gario >> Eu/ou, una piccola grande differenza

La ricchezza è più facilmente definibile della felicità, se si rimane nell’ambito della ricchezza materiale, che mi sembra esprima bene il tratto infantile della nostra epoca perché, come i bambini, per cre- scere ha bisogno…

Munera 3/2012 – Giuseppe Gario >> Perché è bene ascoltarci (Note sull’Italia in Europa)

«Quando si tratta del futuro, gli italiani, da Leonardo a Marinetti, meritano di essere ascoltati», così Josif Brodskij. Reputazione ambigua: Marinetti non è Leonardo e, oltre che testimonianza di civiltà, l’Italia è sfida al buonsenso…