Munera 1/2012 – Frank Haldemann >> Una giustizia differente. La giustizia transizionale e il riconoscimento collettivo delle vittime

Munera 1/2012 – Frank Haldemann >> Una giustizia differente. La giustizia transizionale e il riconoscimento collettivo delle vittime

Esistono dei crimini che non si può né perdonare né punire. Davanti a una violenza estrema, che uccide, stupra, mutila, tortura massivamente e sistematicamente, una violenza che porta il nome di Auschwitz, di gulag, di Hiroshima, di Srebrenica e molti altri nomi ancora, ogni tentativo di comprendere e di giudicare sembra destinato allo scacco. Davanti all’orrore indicibile che ci supera, sperimentiamo l’incapacità di rendere giustizia alla realtà: di metterla in parole.

Acquista l'articolo
per continuare a leggere acquista questo articolo

Utente biblioteche abbonate: clicca qui »

Share