Per una teologia della letteratura


Isbn: 9788830815537
Pagine: 325

€ 19.9 

€ 16,92
Dalla collana:
Studi e ricerche. Teologica
Nelle pagine di Mann ogni uomo, anche se giace nell’abisso più oscuro, scopre di essere eletto ossia scelto, amato e benedetto. Questa scoperta consente a Mann e quindi al suo lettore di abbandonare le chimere e i labirinti del pensiero anti-umano dei suoi maestri, Schopenhauer, Nietzsche e Wagner, e di giungere, anche grazie alla mediazione di Dostoevskij, con sottile e seria ironia a un mistero religioso vago, umanisticheggiante, apertamente schierato contro l’irreligioso e a tratti pure venato di cattolicesimo.
Questo accesso, mediato dalla formidabile figura dell’elezione umana, è possibile proprio grazie all’immersione nell’umano, nell’ethos al quale il letterato che ironicamente “riscrive” la Scrittura offre decisivi orizzonti di senso.

 Condividi 

Altri titoli della collana

Vito Martinelli
La Maddalena e il Risorto

€ 17,50 € 14,88
Jonas Erulo
Mediazione antropologica e cristologia nella teoria dell’esperienza di Schaeffler

€ 11,50 € 9,78
Francesco Rutigliano
Chiesa mistero di comunione

€ 23,90 € 20,32
Thomas Mann e il paradigma biblico dell’elezione

€ 19,90 € 16,92
Valfredo Maria Rossi
Un’antropologia mariana a partire da un’ecclesiologia trinitaria

€ 21,50 € 18,28
Piera Francesca Balocco
Prospettive di esegesi esistenziale nell’opera di Paul Beauchamp

€ 19,80 € 16,83
Nicoletta Fusaro
L’evangelo di Nain come paradigma di vita spirituale

€ 17,90 € 15,22
www.cittadellaeditrice.com | Assisi 2018 | Tutti i diritti riservati
Website: Attilio Scullari / Raffaele Marciano