Per una teologia della letteratura

Thomas Mann e il paradigma biblico dell’elezione


Isbn: 9788830815537
Pagine: 325

€ 19.9 

€ 18,91
Dalla collana:
Studi e ricerche. Teologica
Nelle pagine di Mann ogni uomo, anche se giace nell’abisso più oscuro, scopre di essere eletto ossia scelto, amato e benedetto. Questa scoperta consente a Mann e quindi al suo lettore di abbandonare le chimere e i labirinti del pensiero anti-umano dei suoi maestri, Schopenhauer, Nietzsche e Wagner, e di giungere, anche grazie alla mediazione di Dostoevskij, con sottile e seria ironia a un mistero religioso vago, umanisticheggiante, apertamente schierato contro l’irreligioso e a tratti pure venato di cattolicesimo.
Questo accesso, mediato dalla formidabile figura dell’elezione umana, è possibile proprio grazie all’immersione nell’umano, nell’ethos al quale il letterato che ironicamente “riscrive” la Scrittura offre decisivi orizzonti di senso.

 Condividi 

Altri titoli della collana

Onofrio Farinola
Per una pastorale teo-ecologica della salvaguardia del creato oggi dalla Scrittura alla parrocchia

€ 18,80 € 17,86
Fabrizio Liborio
La medicina pastorale: autori, testi e principali temi

€ 18,90 € 17,96
Vito Martinelli
La Maddalena e il Risorto

€ 17,50 € 16,63
Jonas Erulo
Mediazione antropologica e cristologia nella teoria dell’esperienza di Schaeffler

€ 11,50 € 10,93
Francesco Rutigliano
Chiesa mistero di comunione

€ 23,90 € 22,71
www.cittadellaeditrice.com | Assisi 2020 | Tutti i diritti riservati
Website: Attilio Scullari / Raffaele Marciano