Sergio Soave

Prendere Cristo sul serio


Isbn: 9788830815315
Pagine: 174

€ 12.9 

€ 10,97
Dalla collana:
Polis
Il libro ricostruisce l’intero percorso della vita di Silone seguendo il filo del suo rapporto con il messaggio cristiano, pietra di paragone talora inconscia delle sue scelte politiche e dei suoi comportamenti morali. Al fondo di una utopia che insegue e cerca coerentemente di vivere, sta la convinzione, via via più articolata e leggibile, che lo “scandalo della Croce” e il paradosso cristiano siano le sole vie di salvezza per il mondo e per l’uomo.
Informazioni sull'autore
Sergio Soave, già professore di Storia contemporanea all’Università degli Studi di Torino, nonché parlamentare per tre legislature e sindaco di Savigliano, si è sempre occupato di personaggi e movimenti eccentrici rispetto alle principali correnti politico-culturali del secolo, studiando sia gli eretici del partito socialista e comunista (Silone, Tasca, Rosselli, Salvemini), sia i precursori sconfitti all’interno della Chiesa (dal Romolo Murri del primo ’900 all’Arturo Paoli degli anni ’50). Con il suo Senza tradirsi, senza tradire. Silone e Tasca dal comunismo al socialismo cristiano, ha vinto il premio Acqui Storia del 2006. Al suo esordio in campo letterario ha vinto il premio al “Festival du premier roman” di Chambéry con La ricevuta, migliore opera prima in lingua italiana del 2015.
 Condividi 

Altri titoli della collana

Salvatore Baldassarri

€ 11,50 € 9,78
Sergio Soave
L’assillo cristiano di Ignazio Silone

€ 12,90 € 10,97
Pierluigi Castagnetti
A proposito di cattolicesimo democratico

€ 11,90 € 10,12
Franco Garelli
Dentro e oltre le emergenze

€ 11,50 € 9,78
Francesco Paolo Casavola
Per la ricostruzione delle basi della democrazia

€ 11,80 € 10,03
Mario Rosso
Libertà autentica o illusione di libertà?

€ 11,50 € 9,78
Guido Bodrato
Diario politico da bordo campo (2005-2013)

€ 13,80 € 11,73
Giovanni Bianchi
Tra passione e qualunquismo

€ 11,50 € 9,78
www.cittadellaeditrice.com | Assisi 2018 | Tutti i diritti riservati
Website: Attilio Scullari / Raffaele Marciano