Crispino Valenziano

Crispino Valenziano

ValenzianoCrispino Valenziano (Cefalù, 1932) è stato ordinario di Antropologia Liturgica e di Spiritualità Liturgica al Pontificio Istituto Liturgico Sant’Anselmo. È stato membro del Pontificio Consiglio per i Beni culturali della Chiesa e della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra. È considerato uno dei massimi esperti a livello mondiale in arte sacra. Tra le sue numerose pubblicazioni: Liturgia e antropologia, EDB, 1998; Scritti di estetica e di poietica su l’arte di qualità liturgica e i beni culturali di qualità ecclesiale, EDB, 1999; Bellezza del Dio di Gesù Cristo. Narrazione visibile del Dio invisibile, Servitium, 2000¸ La riforma liturgica del Concilio. Cronaca, teologia, arte, EDB, 2004; L’anello della sposa. Mistagogia Eucaristica. Vol. I: Modulazione circolare del rito. Vol. II: Forma celebrativa del domenicale, Qiqajon 2005; Liturgia Chiesa in corso d’opera, CLV – Edizioni liturgiche, 2008; Verso una epistemologia della ‘via pulchritudinis’. Tre lezioni dottorali h.c., CLV – Edizioni liturgiche, 2009; Angelo Roncalli. Lettere dall’Oriente e altre inedite a Giovanni Dieci, Edizioni Feeria, 2010; S. Paolo e S. Pietro di Michelangelo nella Cappella Paolina in Vaticano, Libreria Editrice Vaticana, 2010; Guttuso… credeva di non credere, Libreria Editrice Vaticana, 2014; Guttuso. Patos dell’uomo Patemi di Dio, Libreria Editrice Vaticana, 2016.



Munera 1/2017 – Crispino Valenziano >> “Colere” nell’antropologia dell’umanesimo cristiano

Alla fine del Concilio ero già all’Ateneo Anselmiano. A quell’epoca mi ritrovai abbastanza giovane all’Istituto Liturgico fondato da papa Giovanni XXIII, con maestri quali Cipriano Vagaggini, Salvatore Marsili, Herman Schmidt. Tra questi maestri si tenne…