architettura

architettura



Munera 2/2021 – Maria Antonietta Crippa, Ferdinando Zanzottera >> Liberi tutti! L’umanissima e incompiuta avventura italiana di solidarietà tra sani e malati

Solo in Italia si affermò, per merito di Franco Basaglia (1924- 1980), un’esplosiva solidarietà tra medici e malati, raccolti in vaste strutture denominate manicomi oppure ospedali psichiatrici, come premessa a una più vasta e più…

Munera 2/2020 – Maria Antonietta Crippa >> Speranze e timori nelle città del mondo

Où vivrons nous demain? si chiedeva nel 1964 uno studioso di architettura, Michel Ragon (1924-2000), ponendo un interrogativo al quale cercava risposta nelle capacità progettuali a grande scala di architetti e urbanisti. Il suo demain…

Munera 1/2020 – Maria Antonietta Crippa >> Antiche architetture come stelle estinte?

Alla lunga e vasta storia dell’arte medievale, e in essa anche a quella dell’architettura, costruita secondo una grandiosa operazione di classificazione da metà del XIX secolo circa fino ad oggi e tuttora non conclusa, è…

Munera 3/2019 – Giorgio Azzoni >> L’architettura carceraria, luogo senza tempo

Da nuovo vescovo di Milano, il 10 febbraio 1980 Carlo Maria Martini entrò in città a piedi e con il Vangelo in mano. Volle transitare davanti alle carceri di San Vittore e, ricordava, «diedi una…

Munera 3/2018 – Paola Redemagni >> Breve storia del cimitero in Italia

Nel corso degli ultimi anni i cimiteri hanno conosciuto un interesse sempre più ampio. Vi si scopre un importante elemento di identificazione della comunità e di riconoscimento dei suoi valori: un archivio di memorie storiche,…

Munera 3/2018 – Maria Antonietta Crippa >> Architetture per la morte, testamenti per la vita

«Quando l’agnello aprì il settimo sigillo, nel cielo si fece un silenzio di circa mezzora, e vidi i sette angeli che stavano dinanzi a Dio e furono loro date sette trombe» (Apocalisse 8,1-2): con questo…

Munera 2/2018 – Maria Antonietta Crippa >> Città martiri nel mondo

Un testo rimasto incompiuto di Hannah Arendt cattura, in due passaggi, un problema che dovrebbe essere oggi al centro dell’attenzione ma che, pur latente, non mobilita la nostra coscienza a causa del disorientamento e della…